Chi siamo

Nata e cresciuta in Germania, Brema o Amburgo, la nostra infanzia nel nord è stata come il tempo “invaso”. A causa di circostanze come l’istruzione, l’ambiente, la scuola, le aspettative, ecc., le nostre priorità nella vita sono state rapidamente chiare: “Essere successo attraverso il duro rendimento”.

Workaholic ha rapidamente definito le nostre vite…

sempre acceso, sempre di più …

Perfezionisti combinati con una grande quantità di creatività – Un piatto pieno di buone idee che sono state elaborate e realizzate fino all’ultimo dettaglio. 7 giorni alla settimana. Disattivare? Perché allora? È divertente. Almeno abbiamo pensato.

Questo modo di lavorare ci ha portato in cima alla nostra scala di carriera. Siamo stati motivati, ispirati e applauditi. Il nostro stile di vita è stato adattato al modo di lavorare: più alto, più veloce, più lontano.

Pensavamo di averlo finalmente fatto! Pensavamo di essere “soddisfatti”.

E poi all’improvviso è stato tranquillo:

Lo stile di vita frenetico, la voglia di perfezionismo e il successo attraverso il duro lavoro hanno preso il suo pedaggio. Era troppo. E c’era qualcosa a venire: entrambi siamo arrivati a un punto della vita di “riempito” era pieno di vuoto e senza energia.

Il risultato è stato un’ampia varietà di malattie,intolleranze e problemi in tutti i settori della vita. Eravamo esausti, inresilienti e, soprattutto, scoraggiati.

Cosa stava succedendo qui?

Chiaramente, abbiamo dovuto cambiare il nostro stile di vita. I nostri corpi ci hanno mostrato entrambi chiaramente: STOP. Quassù e non oltre. I nostri limiti sono stati chiaramente raggiunti. Non siamo riusciti a trovare una posizione accurata. Non importa quanto ci fosse la voglia di più – avevamo bisogno di una pausa. Una pausa.

Era come se qualcuno ci stesse finalmente risvegliando e liberandoci dalla nostra ruota del criceto! Abbiamo accettato questa sfida e siamo partiti da zero: abbiamo imparato a prenderci di nuovo cura dei nostri corpi, abbiamo imparato a rilassarci e abbiamo affrontato intensamente argomenti completamente diversi.

Le nostre abitudini determinano la nostra qualità di vita! E volevamo una qualità di vita vivibile. Così abbiamo intrapreso un sentiero di decelerazione. Questo viaggio è stato un dono. Il risultato è stato il recupero fisico e mentale. È stato un viaggio con un sacco di discussioni con noi stessi che ne è valsa la pena.

All’inizio volevamo davvero “solo” riessere sani e avere di nuovo energia, in modo da poter ricominciare a pieno vapore – dopo tutto, era quello che abbiamo sempre fatto e siamo stati in grado di fare bene. Ma a quanto pare la vita con noi aveva in mente qualcos’altro: intuizioni profonde e coscienza.

Ci ha dimostrato che non c’è bisogno di mettere “vieni fuori dal diavolo” tutto a rischio per essere felice e di successo.

I nostri occhi erano aperti e non eravamo più pronti a tornare alle nostre vecchie strutture. Era come se non ci fosse più adatto. Non abbiamo più voluto scambiare tempo con denaro a qualsiasi prezzo e mettere a rischio la nostra salute. La nostra nuova energia si sentiva così bene. Ci siamo sentiti liberi, leggeri e il nostro benessere era più importante per noi che mai. Volevamo mantenere il controllo della nostra vita e vivere la nostra vita.

Che cosa abbiamo imparato? Dare priorità, rallentare e godersi la vita. Il detto “meno è di più” si adatta molto bene.

Lavoriamo da molto tempo in un’area che ci riempie e allo stesso tempo ci permette di avere successo, e in molti settori. Oggi siamo allenatori olistici SelfCareche aiutano le persone per condurre la vita in equilibrio e le persone che vogliono svilupparsi o riorientarsi professionalmente. Mostriamo soluzioniche possono essere combinate con carriera e benessere.

Siamo convinti che una vita in equilibrio sia la risposta a molte sfide. Una vita in equilibrio significa cercare equilibrio in tutti i settori della vita: crescita o realizzazione in famiglia, nei nostri rapporti con gli altri e anche a livello mentale e sanitario, nonché in un equilibrio nelle finanze. Tutto è collegato.

Più forte è la nostra fondazione, più forte può essere il nostro benessere olistico.

Porsi la domanda: Cosa vuoi veramente?

Abbiamo imparato attraverso il nostro percorso chi siamo veramente e cosa vogliamo veramente e di cui abbiamo veramente bisogno.

Se siete anche alla ricerca di un cambiamento, saremo lieti di accompagnarvi sulla vostra strada.

“Il cambiamento non è una minaccia, ma un’opportunità per crescere come personalità”

 

[Voti: 0   Media: 0/5]